Home Prodotti E Soluzioni Appoggi Appoggi in gomma

Appoggi in gomma


Gli appoggi in gomma armata sopportano carichi e spostamenti simultanei in qualsiasi direzione. Per aumentare la resistenza dell’elastomero, al loro interno sono interposte lamiere in acciaio che vengono fatte aderire alla gomma tramite un processo di vulcanizzazione.
Essendo le lamiere in acciaio di dimensioni leggermente inferiori rispetto a quelle degli strati in gomma, esse risultano inglobate nell’elastomero e quindi protette dagli agenti esterni e dalla corrosione. Molteplici tipologie di attacchi superiori ed inferiori permettono l’impiego di tali dispositivi in qualunque tipo di struttura e schema statico.
Gli spostamenti orizzontali così come le rotazioni sono possibili grazie alla deformabilità della gomma.
Essendo l’elastomero non confinato (a differenza degli appoggi pot), essi sopportano carichi, spostamenti e rotazioni di minore entità ma per le minori lavorazioni risultano essere notevolmente più economici. Nel caso in cui fossero necessari traslazioni libere di valore superiore rispetto a quelle elastiche permesse dalla sola deformabilità della gomma, si rimanda alla linea di apparecchi d’appoggio in gomma e PTFE.

La sigla utilizzata per descrivere i dispositivi è la seguente:

NB a(mm) x b(mm) x c(mm) dove ‘a’ e ‘b’ sono le dimensioni dell’elastomero in pianta e ‘c’ è la sua altezza.

A seconda dei vari tipi di attacchi disponibili si hanno notazioni da NB1 a NB5, come da catalogo.

Se i carichi orizzontali sono trasferiti tramite contatto acciaio-acciaio mediante l’inserimento di barre interposte fra le piastre superiore ed inferiore si ottengono gli appoggi semifissi e semimobili, che hanno le stesse caratteristiche dei normali appoggi in gomma armata ma che permettono il trasferimento di carichi orizzontali più elevati.

La notazione utilizzata per descrivere i dispositivi è la seguente:

NBU a(mm) x b(mm) x c(mm) per gli appoggi vincolati in una direzione e liberi nell’altra (semimobili). ‘a’ e ‘b’ sono le dimensioni dell’elastomero in pianta e ‘c’ è la sua altezza

NBF a(mm) x b(mm) x c(mm) per gli appoggi vincolati in entrambe le direzioni (semifissi). ‘a’ e ‘b’ sono le dimensioni dell’elastomero in pianta e ‘c’ è la sua altezza